Estraniazione

 

Vaga per il campo innevato

sotto l’enormità cinerea. 

Passi ostacolati da ceppi

accelerati dall’implorazione

soffocati dall’assenza.                                  

Il bianco alienante

si ripercuote 

completa l’iniziata estraneazione

prosegue lo sgomento.

Si dimena e ricerca la partenza

lotta contro il profano

la solida ombra.

E con le cinque dita si protegge

avvistata la luce

in ricordo della pelle scanalata 

dalle sue bruciature

per il riparo 

della sua fredda cute bronzea.

Implora il contrasto

sottomessa

dalla sua esile essenza

disarmata 

dalla passata oppressione

in memoria

della sua gioventù bruciata.

Manal Attou, 2Dsa

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s